UN NUOVO RINASCIMENTO CULTURALE

La recente congiuntura internazionale andrà a colpire tutti noi, tutti i mercati.Di sicuro cambierà per sempre alcuni settori e alcune abitudini, ma, come spesso accade nei momenti di crisi profonda, il rinascimento è dietro l’angolo.E’ probabile che si ripartirà con maggiore slancio ma anche con una diversa consapevolezza, con una maggiore attenzione alle cose che veramente contano.Basta con gli speculatori e i furbetti, che non producevano nulla se non ricchezza per se stessi, togliendo ossigeno alle forze vitali della nostra società.Questa crisi segnerà la loro fine e la fine di un mondo a loro collegato costruito sul nulla. Si ritornerà a dare maggiore attenzione alle cose veramente importanti: alla salute del nostro mondo, ai nostri stili di vita, alla nostra famiglia, alle nostre passioni…Passioni… un termine fino a poco fa quasi desueto, un po’ anacronistico, nascosto dietro al lusso facile degli altri, dei VIP, mentre la TV, vero totem di questo mondo in dissoluzione, trasmetteva continuamente il messaggio fuorviante che quel lusso, quei soldi erano veramente facili, bastava fare un passaggio in TV, il calciatore o la velina e tutto era possibile. Non bisognava studiare, non serviva applicarsi, tanto la scorciatoia era dietro l’angolo.Questa crisi riporterà l’attenzione sulle cose vere, spazzando via la ricchezza facile e ostentata di quelli che non ne conoscono il valore. Lasciando spazio alle cose realmente importanti.Come il lusso del tempoConcedersi una pausa, trovare mezz'ora per se stessi è molto più importante di tante altre false promesse di una società che rincorreva il lusso altrui, quasi fosse un bisogno collettivo di emancipazione attraverso la rincorsa di falsi miti.In questa riscoperta di se stessi e del proprio spazio vitale, le passioni giocheranno un ruolo importante.Chi potrà farlo, cercherà di trovare più tempo per se, più tempo da dedicare alla propria crescita, più tempo per gustare appieno il tempo passato con se stessi e per se stessi.In questo senso la musica, in tutte le sue declinazioni, tornerà a svolgere un ruolo importante, perché senza musica la vita sarebbe vuota, un errore…Anche l’alta fedeltà, quindi, potrà tornare a svolgere un ruolo importante in questa rinascita sociale e culturale, se saprà intercettare i nuovi bisogni e se saprà, soprattutto, abbandonare alcuni inutili eccessi, tornando alla sua vera essenza: la ricerca del bello.La ricerca del bel suono come simbolo di questa rinascita che prima di tutto sarà intima e culturale.E’ in questo segno che nasce questa terza edizione di Percorsi Sonori Umbria 2008:

la ricerca del bello attraverso la passione.